Navigation Menu
Mangiare nel Medioevo

Mangiare nel Medioevo

PRESENTAZIONE DEL VOLUME “MANGIARE NEL MEDIOEVO – ALIMENTAZIONE E CULTURA GASTRONOMICA NELL’ETA’ DI MEZZO” AL MUSEO “CASA DI GIOTTO” A VICCHIO DEL MUGELLO

Cosa mangiavano Giotto e Beato Angelico? Domenica 3 Novembre 2019 alle ore 17 risponderà l’autrice Maria Concetta Salemi dalle pagine del suo saggio: vita quotidiana, ricette e qualche assaggino

Verrà presentato Domenica 3 Novembre 2019 alle ore 17 al Museo “Casa di Giotto” a Vicchio del Mugello, il volume “Mangiare nel Medioevo – Alimentazione e cultura gastronomica nell’età di mezzo” di Maria Concetta Salemi, pubblicato nel marzo scorso dall’Editoriale Polistampa di Firenze.

Alla presentazione parteciperanno Sandra Pieri, Assessore al Turismo del Comune di Vicchio e Giuliano Paladini, Presidente dell’associazione “Dalle terre di Giotto e dell’Angelico”; dialogherà con l’autrice il critico d’arte Silvia Arfelli. L’incontro è organizzato con il Patrocinio del Comune di Vicchio e dell’Unione montana dei Comuni del Mugello.

Cosa mangiavano Giotto e Beato Angelico? Una risposta arriva da questo volume che analizza la cultura gastronomica del Medioevo, un’epoca in cui le pietanze erano strettamente legate alla stagionalità e la disponibilità di cibo era incerta a causa delle grandi calamità – carestie, guerre, epidemie – che si succedevano nei secoli. Nel suo saggio, l’autrice mostra come l’evolversi del gusto sia stato influenzato dal progressivo integrarsi di usi mediterranei e usi nordici, con forti differenze a seconda delle aree geografiche ma anche degli usi e dei costumi. Sono poi approfonditi i vari metodi di preparazione e cottura dei cibi, con particolare attenzione ai condimenti e all’uso delle spezie, e le abitudini di consumo: servizio in tavola, utensili di uso comune, comportamento dei commensali. Chiude l’opera un’apposita sezione dedicata alle ricette medievali, tratte dai testi degli antichi gastronomi, suddivise per portate – dagli antipasti ai dolci – e pronte per essere riproposte ai giorni nostri. Al termine dell’incontro verranno infatti offerti alcuni assaggini di tre ricette medievali preparate a cura della Gastronomia-Alimentari “Tagliaferri” di Borgo San Lorenzo, accompagnate dal “vino speziato”.

Maria Concetta Salemi è nata a Palermo ma ha sempre vissuto a Firenze, dove si è laureata presso la Facoltà di Lettere e Filosofia. Si è occupata lungamente di cultura del cibo, svolgendo corsi sull’argomento. Ha tradotto per Sansoni, Mondadori e Laterza libri sul Medioevo e sul Rinascimento. Oltre a numerosi articoli su riviste specialistiche, tra le sue pubblicazioni ricordiamo “Le spezie. La virtù e la magia negli intensi sapori del lontano Oriente” (Nardini, Fiesole 1997), “Gli agrumi. Simboli della giovinezza, profumati piaceri del gusto” (Nardini, Fiesole 1999), “Chianti. Leggenda, storia e qualità del principe della tavola, simbolo di un territorio” (Nardini, Fiesole 1999), “Il latte. Buono e naturale, l’alimento della crescita e della salute” (Nardini, Fiesole 2000), “Il Martini: da Hemingway a James Bond” (Nardini, Fiesole 2000), “La cucina medievale / La cucina rinascimentale” (Libriliberi, Firenze 2002), “La cucina liberty / La cucina futurista” (Libriliberi, Firenze 2003), “Firenze. Souvenir gastronomico tra arte, cultura e tradizione”(Nardini, Firenze 2004), “Dove osano le api. 50 ricette con il miele” (Vallecchi, Firenze 2008), “Mandorle e pescespada a Ballarò. Raccontare Palermo” (Nardini, Firenze 2011), “Mangiare nel Medioevo” (Sarnus, Firenze 2018), molti dei quali editi anche in inglese.

Invia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *